NUOVA VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA

Data:

lunedì, 08 febbraio 2021

Argomenti
62.jpg

valutazione

Gent. Genitori della scuola scuola primaria, con ordinanza del Ministero dell’Istruzione n. 172 del 04 dicembre 2020 sono state introdotte nuove modalità per la Valutazione periodica e finale degli apprendimenti delle alunne e degli alunni delle classi della scuola primaria. Le modifiche introdotte incidono profondamente sul processo di valutazione richiedendo agli insegnanti di specificare i livelli raggiunti dagli studenti, attribuiti agli obiettivi di apprendimento in coerenza con le Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione del settembre 2012 ed il profilo dello studente definito nel PTOF dell’Istituto. Tale modifica richiede che si proceda alla definizione di un curricolo di Istituto strutturato per ogni classe e materia con gli obiettivi quadrimestrali da raggiungere. La valutazione con i livelli di apprendimento deve essere adottata già dal primo quadrimestre dell’anno in corso. Poiché nel quadrimestre in corso, le valutazioni sono state espresse in voto numerico e tengono conto sia dei livelli raggiunti che della modalità con cui i bambini si sono adoperati per ottenere i risultati è necessario che tali valutazioni vengano riportate ai livelli di apprendimento, Avanzato, Intermedio, Base, in via di prima Acquisizione. Per fare questo delicato passaggio è necessario che gli insegnanti facciano una operazione di conversione, che non può limitarsi alla media aritmetica dei voti attribuiti, ma che deve prevedere una revisione complessiva dell’intero processo di valutazione. Questo grande lavoro confluirà nell’attribuzione di un livello secondo una tabella di conversione dove il nove ed il dieci diventeranno livello Avanzato, il sette e l’otto diventeranno livello Intermedio, il sei diventerà livello Base, il cinque e i voti inferiori diventeranno livello in via di prima acquisizione. Dal secondo quadrimestre la scuola inizierà invece a lavorare per obiettivi e le valutazioni verranno attribuite esclusivamente con i livelli previsti dall’ordinanza.

Certi della vostra comprensione per il grande lavoro che la scuola sta facendo vi invito a non spaventarvi di eventuali livelli apparentemente differenti rispetto ai valori numerici, è un processo di cambiamento che richiede a tutti molta pazienza e comprensione reciproca per garantire il successo formativo dei nostri studenti.

CRITERI DI DESCRIZIONE DEI LIVELLI DI APPRENDIMENTO

Avanzato

L’ alunno porta a termine compiti in situazioni note e non note, mobilitando una varietà di risorse sia fornite dal docente sia reperite altrove, in modo autonomo e con continuità. Situazione anche non nota; Risorse anche reperite altrove; Autonomia; Continuità.

Intermedio

L’ alunno porta a termine compiti in situazioni note in modo autonomo e continuo; risolve compiti in situazioni non note utilizzando le risorse fornite dal docente o reperite altrove, anche se in modo discontinuo e non del tutto autonomo. In situazione nota, autonomia e continuità; In situazioni non note, con risorse fornite dal docente o altro ma non autonomo e/o con discontinuità.

Base

L’alunno porta a termine compiti solo in situazioni note e utilizzando le risorse fornite dal docente, sia in modo autonomo ma discontinuo, sia in modo non autonomo, ma con continuità. Solo in situazione nota; Solo con risorse fornite dal docente; Con continuità se supportato/a dal docente; Occasionalmente in modo autonomo.

In via di prima acquisizione

L’alunno porta a termine compiti solo in situazioni note e unicamente con il supporto del docente e di risorse fornite appositamente. Solo in situazione nota; Solo con risorse fornite dal docente; Non autonomo/a; Discontinuo/a.

ECCO IL VIDEO CHE CHIARISCE LE NOVITA' SULLA VALUTAZIONE

Documenti

Questo sito utilizza cookie tecnici per erogare i propri servizi.

Dettagli dei cookies